Amarcord
Ezio Pascutti, il sorriso del gol

Ezio Pascutti, il sorriso del gol

C’è stato un tempo in cui, nel calcio, contava più la sostanza che l’apparenza. Quando le maglie andavano dall’1 all’11, e non avevano nome né sponsor. Quando si esultava senza proteste, scritte o gesti. Si gridava, si correva. Si rideva. Per chi l’ha visto giocare Ezio Pascutti era soprattutto il sorriso dopo il gol. Un...
L’ultimo derby di Testaccio

L’ultimo derby di Testaccio

La nave Oceania ci mise quattro giorni per arrivare a Napoli dall’Argentina. Ad attenderla, il 28 febbraio 1938, ci sono i dirigenti delle squadre di calcio di mezza Italia. C’è anche Igino Betti, presidente della Roma, accompagnato dall’allenatore Guido Ara. Sperano di scovare il colpo di mercato per il salto di qualità. Non sanno che...
El gol eterno de Ghiggia

El gol eterno de Ghiggia

Desde hoy el silencio en el Maracaná será menos imponente. Alcides Ghiggia, el hombre capaz de callar a casi 200mil brasileños ya seguros del triunfo el 16 de julio 1950, ha dejado para siempre el césped del mundo, aquel rectángulo de juego global en el que desarrolló toda su vida. El azar ha querido que el...
L'addio di Iker Casillas al Real Madrid

L’addio di Iker Casillas al Real Madrid

Dopo 16 stagioni il rapporto tra Iker Casillas ed il Real Madrid sembra essere giunto al capolinea. L’addio di una bandiera nel mondo del calcio non è mai una bella notizia. Anzi, va vissuto come una sconfitta, perché coloro che hanno sposato una squadra sono merce rara al giorno d’oggi, delle vere e proprie mosche bianche...
Bernardini, Ziroli e quel primo derby del 1929

Bernardini, Ziroli e quel primo derby del 1929

Mai come questa volta è azzeccata l’espressione “il derby vale più dei tre punti”. Lazio e Roma si incontrano in una stracittadina che segnerà, in maniera quasi definitiva, le loro posizioni in classifica. I giallorossi sono secondi a +1 dai cugini, che partono però con i favori del pronostico dopo aver perso la finale di...
Quando Mancini mandava in gol Vincenzino

Quando Mancini mandava in gol Vincenzino

Roberto Mancini è stato senza dubbio uno dei più forti giocatori italiani nei decenni 80 e 90. La sua classe cristallina, unita ad una visione di gioco unica e ad una intelligenza calcistica fuori dal comune, ne facevano il leader assoluto delle squadre in cui ha giocato ed pericolo pubblico numero uno per gli avversari....
Il colpo di fulmine di Berlusconi e la bestia nera del Milan degli invincibili

Il colpo di fulmine di Berlusconi e la bestia nera del Milan degli invincibili

Settembre 1986: Il primo Milan targato Berlusconi, allenato da Nils Liedholm, debutta in Coppa Italia contro il Parma, squadra di serie c, per la prima partita del primo girone eliminatorio. C’è  aria di festa a San Siro, una di quelle serate in cui si ha la sensazione che tutto stia per iniziare. Di li a...
Matthias Sindelar, il Mozart del pallone che si oppose ad Hitler

Matthias Sindelar, il Mozart del pallone che si oppose ad Hitler

Lo chiamavano il “Mozart del pallone” ma anche “il violinista” e “carta velina”, tutti soprannomi che descrivevano benissimo il suo modo di essere e di giocare. Matthias Sindelar era un attaccante austriaco dal fisico esile, sembrava danzare con il pallone, finte ubriacanti e dribbling leggero. Aveva origini ebraiche, nacque a Kozlov, il 10 febbraio 1903,...
L'insostenibile leggerezza di Totò Di Natale

L’insostenibile leggerezza di Totò Di Natale

Ad ogni nuovo anno la domanda è sempre la stessa: ci riuscirà? E perennemente, i dubbi vengono subito chiariti: Antonio Di Natale comincia a rifilare valanghe di gol in campionato con la maglia della sua Udinese. Segna su rigore, segna con un pallonetto, segna al volo, segna a giro, colpisce di testa, tira di destro...